Misurare e conoscere per governare”

Pubblicato il 16 Gennaio 2009 in Argomenti vari


 

Innovazione tecnologica nelle P.A. locali per misurazione e governo dei processi. Open day con l’assessore regionale Nicola Mazzocca

 

                                       Lunedì 19 gennaio nel salone di rappresentanza della Provincia di Salerno si svolgerà, con la formula dell’Open Day (giornata aperta al contributo di chiunque fosse interessato) il seminario sul tema "Misurare e conoscere per governare". L’iniziativa (a partire dalle ore 10) ha lo scopo di valutare le strategie da adottare sui temi della misurazione e del governo dei processi all’interno delle Pubbliche Amministrazioni locali.

                            

                             Dopo il saluto del Presidente Angelo Villani interverranno il Vice Presidente  Gianni Iuliano, il prof. Pasquale Persico, il prof. Gennaro Costagliola, la dott.ssa Valeria Spagnuolo, l’assessore Maddalena Arcella, la dott.ssa Michele Sessa, il dott. Domenico Ranesi. Concluderà i lavori l’Assessore Regionale Nicola Mazzocca.

 

L’Assessorato all’Innovazione Tecnologica della Provincia promuove una serie di incontri per analizzare e discutere dei benefici derivanti dallo sviluppo dei sistemi informativi a sostegno della propria missione istituzionale. In tale ottica, assumono notevole importanza l’elaborazione di servizi in forma digitale e la graduale riduzione dell’utilizzo di supporti cartacei per i servizi alle imprese e ai cittadini. L’auspicata "dematerializzazione", oltre a favorire velocità dei processi e maggiore efficienza nei servizi resi, si pone oggi come tema di governance strategica all’interno della Pubblica Amministrazione, con particolare riguardo per quella locale.

Occorre allora, su questi temi, sviluppare una discussione aperta tra i possibili protagonisti del cambiamento, ormai indispensabile per l’efficienza, l’efficacia e la sostenibilità dell’agire pubblico nel prossimo periodo.

Nel corso dell’incontro e nell’ambito del piano di miglioramento 2009 per la fase finale del Concorso "Premiamo i risultati", il settore Attività Produttive della Provincia di Salerno (selezionata quale finalista nell’ambito dello stesso concorso nazionale indetto dal Ministero Pubblica amministrazione e Innovazione) avrà modo di presentare la natura e le funzioni del sistema di gestione documentale i-doc* che consente:

• controllo di gestione sugli atti e procedimenti amministrativi;

• firma digitale e marcatura temporale;

• fascicolazione logica, con sistema di classificazione archivistico e gestione degli archivi correnti e di deposito, inclusa la conservazione sostitutiva.

 

Alla luce di tali riflessioni il primo Open Day sarà l’occasione per dibattere i seguenti punti:

  • In che modo è possibile garantire un Livello Minimo di tecnologia Elettronica (L.E.M.) per le P.A. locali?
  • È auspicabile sviluppare fin da ora sistemi operativi aperti che consentano una effettiva interoperabilità tra gli enti locali, di diverso grado e funzione?
  • Come pensare un archivio informativo unico per gli enti locali presenti sul territorio provinciale?
  • È opportuno proporre l’ente Provincia quale "tramite" delle interconnettività con gli altri enti locali presenti sul territorio?
  • Qual è il ruolo delle risorse umane nelle nuove modalità di gestione delle informazioni, delle relazioni, delle reti e dunque, in definitiva dei processi di cambiamento?

 

 

 

All’Open Day prenderanno parte:

- Amministratori della P.A. locale e regionale;

- Dirigenti delle P.A. locali;

- Esperti dell’Università;

- Consulenti e specialisti nel campo dell’informatica e dei processi di analisi documentale;

- Esponenti di aziende del settore;

- Funzionari della Soprintendenza Archivistica per la Campania.  

 

*Il sistema di gestione i-doc, interamente progettato e sviluppato all’interno della Provincia dal 2005, ha già reso possibile il raggiungimento di una serie di obiettivi sia in termini di qualità dei servizi offerti al cittadino ed alle imprese sia  in un’ottica di riduzione dei costi:

1. snellimento dei procedimenti amministrativi, attraverso la misurazione ed il controllo delle performance;
2. riduzione delle attività di sportello e dematerializzazione (servizi online, firma digitale ed archiviazione sostitutiva);

3. diminuzione dei tempi di chiusura dei procedimenti amministrativi, grazie ad un sistema di ottimizzazione dei ruoli e delle responsabilità dei singoli.

 

 



I commenti sono chiusi