Sua Santità Vladyka Mose’(Koulik), accolto come alto patrono dell’Accademia AIUO

Pubblicato il 18 Giugno 2011 in Società

300px-Patr_Moses_bgIl Patriarca di Kiev e di tutta la Chiesa Russa Ucraina Autocefala, di origine russa, è stato accolto nella Istituzione Accademica
GRANDE VENERAZIONE PER L’ACCOGLIENZA DA PARTE DELL’ACCADEMIA DI Sua Santità Vladyka Mose’(Koulik) ,nato a Medzhybih,nella regione Khmelnytskyi (Russia) il 3 Maggio 1962.
ALTO PATRONO DELL’ACCADEMIA-AIUO PATRIARCA DI KIEV E DI TUTTA LA CHIESA RUSSA UCRAINA AUTOCEFALA CANONICAL.

Il termine Oleg si traduce col significato “santo”, Ivanovych corrisponde alla definizione dell’Onnipotente “Dio” e Koulik, invece, vuole indicare “un uomo che ama la sua terra”. Così Dio ha voluto contrassegnare il corso della vita di un uomo e della sua missione del ministero sacro sulla Terra.
Con i talenti, i doni e le virtù morali che lo aiutano nella sua vita quotidiana e nello svolgimento del lavoro missionario per la salvezza di molte anime indigenti Sua Santità Vladyka Mose’(Koulik) si pone oggi quale importante e prezioso faro nel cammino di fede. Egli, con larghezza di cuore, ha voluto accogliere l’invito in qualità di alto patrono dell’Accademia AIUO. Ricca e affascinante si rappresenta la sua esperienza pastorale.
Dopo aver terminato la scuola nel 1978, è entrato nella Khmelnnytskyi School Musica nella quale si è distinto con lode nel 1982, ottenendo il diploma di maestro di musica come flautista e direttore di bande musicali e orchestre sinfoniche che ha diretto per anni.
Ha ottenuto numerosi riconoscimenti dalle istituzioni nazionali ed Internazionali. Nel 1988 ha conseguito la Laurea in Ingegneria-Economico con una tesi in contabilità e analisi delle attività economiche. Nel 1990 è transitato nella Chiesa Ortodossa Ucraina Autocefala, nel 1990 il Primate della UAOC Metropolitan Loan Bondarchuk, lo nominava amministratore metropolitano in numerose regioni della Russia; l’opposizione del Clero della Chiesa Ortodossa Russa è stato difficile, ma non ha impedito la ricostruzione dei templi UAOC.
L’opposizione del clero della Chiesa Ortodossa Russa attraverso il vescovo di ROC Nifont (Solodukha) con l’editto del Filarete Denysenko continuò lo sciopero della fame per protestare contro il modo di fare di padre Oleg Koulik che è stato seduto nella piazza di fronte al monumento di Lenin per 3 giorni, ventiquattro ore su ventiquattro circondato dai suoi chierici diffamato e beffeggiato dagli “anticephalist” .
Ha raccolto durante lo sciopero migliaia di firme di passanti , informando il popolo dei soprusi ai quali era sottoposto.
Il Vescovo Nifont inviava tre telegrammi con l’annuncio di uno sciopero della fame: al primo segretario del Partito comunista Horbachev, al Patriarca di Costantinopoli e il Patriarca di Mosca ed al Primate di UAOC Metropolita Ioann, contenente quanto segue: “Vladyka Ioann, prendere via Diacono Oleg fuori dalla regione Khmelnytskyi, altrimenti io non garantisco per la mia vita”.
Il Metropolita Ioann gli rispose: “Caro Vladyka Nifont, la tua vita è preziosa per noi, ma quella di padre Oleg- lo è molto di più”. Con questo telegramma Vladyka Ioann ispirato il clero di Galych Lviv e di lottare per il Natale UAOC, disse loro: “molti di voi, si sono trasferiti in UAOC involontariamente al fine di non diventare i cattolici, e lui (Padre Oleg Koulik),si è trasferito a UAOC volentieri, mettendo a rischio la sua vita e la vita della sua famiglia, contro la KDB (Comitato per la Sicurezza dello Stato) e i fanatici della ROC “.
Dal 1990 al 1992 ha viaggiato in numerose regioni del suo paese, nel 2003 vi erano solo 36 comunità, nel frattempo ha preparato 19 sacerdoti per l’ordinazione sacerdotale dal 1990 al 1992.
Ha ristrutturato ed aperto le vecchie chiese al Culto. Nel 1997 ha fondato delle nuove comunità emigrate dall’URSS nelle città di Detroit, Michiagan negli USA,ove vi sono lituani, armeni, gli americani russi, i moldavi, gli ucraini, gli ebrei, i georgiani ecc., il 1 ottobre 2002 il consiglio dei Vescovi Santi, dei Vescovi Canonical di UAOC- Sobornopravna ispirati dallo Spirito Santo, lo hanno elevato alla dignità di Gerarca ed al Rango di Metropolita di Kiev e di tutta la Russia Ucraina, la sua consacrazione è avvenuta nella Cattedrale di Boris e Gleb della città di Cleveland(Ohio,USA); il Vescovo consacrante è stato il Metropolita Stefhan (Babiv-Petroyych) amministratore dell’UAOC.

Il Governatore dell’Accademia AIUO

Francesco Paolo Scarciolla del Gavatino di Torre Spagnola



I commenti sono chiusi